Piano emergenza comunale

Piano emergenza comunale Il Piano di Emergenza Comunale rappresenta un documento tecnico redatto al fine di tutelare l’integrità della vita, dei beni, delle strutture e dell’ambiente dai danni che possono subire a seguito del verificarsi di eventi disastrosi naturali o di qualsiasi altro evento calamitoso.

Data:
13 Aprile 2021

Piano emergenza comunale

Piano emergenza comunale

Il Piano di Emergenza Comunale rappresenta un documento tecnico redatto al fine di tutelare l’integrità della vita, dei beni, delle strutture e dell’ambiente dai danni che possono subire a seguito del verificarsi di eventi disastrosi naturali o di qualsiasi altro evento calamitoso. In esso sono contenute informazioni mediante le quali i soggetti chiamati ad intervenire durante tali eventi possono operare in modo rapido, efficace ed efficiente.

PROCEDURE IN CASO DI TERREMOTO

Durante un terremoto

  • Se sei in un luogo chiuso, mettiti sotto una trave, nel vano di una porta o vicino a una parete portante.
  • Stai attento alle cose che cadendo potrebbero colpirti (intonaco, controsoffitti, vetri, mobili, oggetti ecc.).
  • Fai attenzione all’uso delle scale: spesso sono poco resistenti e possono danneggiarsi.
  • Meglio evitare l’ascensore: si può bloccare.
  • Fai attenzione alle altre possibili conseguenze del terremoto: crollo di ponti, frane, perdite di gas ecc.
  • Se sei all’aperto, allontanati da edifici, alberi, lampioni, linee elettriche: potresti essere colpito da vasi, tegole e altri materiali che cadono.

Dopo un terremoto
Assicurati dello stato di salute delle persone attorno a te e, se necessario, presta i primi soccorsi. Esci con prudenza, indossando le scarpe: in strada potresti ferirti con vetri rotti. Raggiungi le aree di attesa previste dal nostro Piano di Emergenza Comunale. Limita, per quanto possibile, l’uso del telefono. Limita l’uso dell’auto per evitare di intralciare il passaggio dei mezzi di soccorso.

IN CASO DI TERREMOTO ED ALTRI EVENTI CALAMITOSI

Ultimo aggiornamento

13 Aprile 2021, 13:04

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Salvataggio di un cookie con i miei dati (nome, email, sito web) per il prossimo commento